Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.(CIT) Eleanoor Roosvelt...

...E i miei sono fottutamente belli (CIT) Paolo Scotti

martedì 30 settembre 2008

Lake Garda Marathon...il racconto di un Pb un po' troppo annunciato.



Va bene dai, la delusione per il tempo ambito e non realizzato ormai sta svanendo del tutto, mi godo il nuovo PB, la delusione come avrete capito non era legata al tempo di per sè (3 mesi fa ci avrei messo la firma) quanto al fatto (ormai vi ho sfrantecato le palle) straripetuto che allenarsi e rispettare una tabella per un Rm 4:37 e portarsi a casa un 4:48 e sofferto pure, non è stato proprio il massimo...stavo bene ero motivato, forse non in forma come 2 settimane fa ma non da 11secondi al km in più...i fatti della vita...forse la giornata storta o "La crisi della sesta Maratona".
Ma passiamo ai commenti un po' più tennici (lo so...si scrive tecnici), il pregara:
Che dire? Meraviglioso, incontrare persone con le quali si è parlato solamente davanti a una tastiera è sempre emozionante, a parte Drugo, gli altri non li avevo mai visti, Fatdaddy, con lui ho condiviso anche il viaggio in traghetto da Malcesine, un gran bel personaggio con lo spirito di un ventenne, Chiara... che super donna..passatore, 100km del Sahara e oggi alla sua 27a maratona, alla domanda di Drugo in quanto la fai? lei dice: "mah vado tranquilla per un 3:30"....farà il suo Pb in 3:19 arrivando undicesima assoluta tra le lady...un'altro pianeta, come lo è del resto Jack, io Fatdaddy e Drugo ci siam detti... "un professionista...con i cerotti in tinta pure..." farà 3:07...c'è altro da aggiungere? si peccato non aver avuto il tempo per una bella chiaccherata...sarà per la prossima!
Torniamo alla gara, l'ora che precede il via mi vola con i blogtrotters, un po' di riscaldamento con Drugo, accendo il garmin e un fiacco colpo di pistola dice che è il momento di intraprendere il viaggio, do l'imbocca al lupo a Drugo e fin dai primi metri mi trovo concentratissimo, il primo Km lo faccio in 5:15...scusate ma avrò superato più o meno 400 persone... strada stretta, partito un po' indietro.. ma va bene così ho 41 km per recuperare, al 2° faccio 4:46, 3° 4:27... rallento un po' sto sui 4:45 fino al 9° km che è in discesa verso Riva del Garda, chiudo i primi 10km in 47:53...tutto sommato in linea, e al ristoro mi ciuccio mezzo gel con un bel bicchiere d'acqua.
La strada che dapprima attraversa il popoloso e bel centro di Riva, si sposta per 2km sul meraviglioso parco nel lungo lago per poi svoltare marcatamente a sinistra sulla statale che si dirige verso Arco.
Si lascia quindi il lago e il panorama cambia, si corre su un'ampissima vallata contornata da bellisime cime, al 14° Km sorpasso lentamente i Pacer delle 3:30 che per farsi coraggio mi dicono..."vai vai... che tanto ti prendiamo al trentesimo"...mah "ironismo inglese" penso...al 15°km passo in 1:11:20 mi pare di andare tranquillo e liscio, la strada che prima era rettilinea, con delle curve a 90°in serie, si infila tra le vigne verso il centro di Arco...meraviglioso, il vento è scomparso e al ventesimo arrivo in 1:35:53 la mezza in 1:40:10...benissimo 4:44 di media, mi ciuccio l'altra metà del Gel, mi sento bene, mi dico manca meno della metà... mentre uno strano pizzichino mi sopraggiunge dal piede destro... ma non importa, i successivi 5 km li chiudo a 4:46 di media, abbiamo lasciato intanto Arco con la sua rocca e la gente calorosa e ci siamo tuffati nella verde ma forse un pò noiosetta pista ciclabile che costeggiando il fiume Sarca ci riporterà di nuovo sul lago, i km, complici il poco pubblico cominciano a farsi sentire per tutti ma almeno non c'è il fastidioso vento contro e anzi, giunti a Torbole, per circa 500m lo abbiamo alle spalle, che goduria, mi mangio mezza barretta per la gioia, dico ad un runner al mio fianco"Finalmente un po' di vento a favore... mi dice "I'm sorry I dont' speak italian...caspita...mo lo guardo e gli dico..."The wind is behind us now" mi dice oh...yes..chissà se avrà capito, manco il tempo di abituarci e ce lo abbiamo di nuovo in faccia (avrà pensato...bel cojone sto italiano porta jella)..oggi va così, passo i 30Km in 2:23:10 e la media totale sale a 4:46/km... dov'è finita la freschezza???mah!
Ameni pensieri si insinuano nella mia mente tanto da arrivare a pensare...12km...un'altra ora di corsa... tipico esempio di un pensiero sbagliato al momento sbagliato, i km che mi porteranno al 35° sono un autentico calvario, mi pare di correrli con uno che mi tira la canotta e mi dice...."dai, cammina..chi te lo fa fare...vedrai come ti riposi le gambe, fermati dai" penso a Bugo mi guardo attorno ed esclamo "C'è crisi dappertutto, dappertutto c'è crisi" che tristezza, da fresco riesco anche a ridere delle mie cazzate adesso no, barcollo ma non mollo, al 35°km stampo uno split di 25:06 più di 5 al km...sto praticamente andando a zoccole...un'altro duro colpo per il morale che se ne prende subito un'altro non appena col piede destro scivolo un po' dal ciglio della strada... mi sento una coltellata sotto al ditone del piede destro... nel medesimo punto da dove veniva il pizzichino che non mi ha più abbandonato dal 21°km... "orco cazzo che dolore"...ma penso ai consigli che ho dato a Drugo e Fatdaddy "se le gambe ti fanno male... non è un problema tuo, è un problema loro", non so se faccio a tempo a finire il pensiero, fatto sta che mi ritrovo di fianco al tavolo del ristoro e patapan... dopo 35 km, cammino... mi mangio gli ultimi 3/4 di gel che avevo aperto al 30° km...non va, non va, tirerei fuori un tavolo e due sedie e mi siederei volentieri con la signorina che gentilmente mi porge il powerade al ristoro, il pensiero sarà si sbagliato...ma sotto sotto è il risveglio del guerriero...la gnocca è gnocca anche dopo 35 km, l'ho notata mi dico bene...la testa è tornata tra noi??? riprendo a correre, quei 100m al passo e la signorina sono stati un'ottima boccata di ossigeno, riparto, arrivo al 36°Km e son curioso di vedere in quanto tempo l'ho percorso 5:26...mi esce solare un: "bella merda"!E' un attimo, mi dico "mi fermo e cammino 100m"...lo faccio per 3 passi e alle spalle mi sento un trotto di passi e un DAI DAI DAI...con un accento un po' strano...mi dico o Gesù sei tu... sento il Messia parlare... il passo che mi porterà al traguardo eterno, ma no, non è lui questo angelo ha la canottiera verde, gli occhiali da sole e il petorale 1088... lo vedo come l'ultima spiaggia, l'ultima occasione, se non tiro fuori le palle adesso, oggi butto via tutto, decido di seguirlo... metro più metro meno, faccio il primo km in compagnia... quanto è bella la compagnia in questi momenti, non so a quanto andiamo, al 37° Km ricevo una coltellata dal fegato... penso: "sarà quel cazzo di Gel" ci vorrebbe un po' d'acqua, farò una colica? morirò correndo? ma..... un attimo, ho le allucinazioni? uno spugnaggio a 150 metri da me, uno Scout sta riempendo le bacinelle con un tubo di gomma, da 30m prima comincio a gridargli..."Posso prendere la canna???" mi guarda strano...probabilmente starà pensando: "Na canna dopo 37km?" a 10m gli grido "quella che hai in mano...posso???" ne sono certo è un'altro angelo...l'acqua dalle bacinelle non l'avrei mai bevuta ma grazie al tubo lungo mi ficco in bocca la canna e la trascino per 5m sotto gli occhi allucinati degli Scout, la mollo a terra con un: "grazie ragazzi", mitici, mi rispondono con un" Vai vai grande"... glicogeno per i miei muscoli, acqua fresca per il fegato offeso che torna presto in quiete, intanto, per distrarmi un po' penso alle possibili malattie che si staranno sicuramente incubando nel mio corpo dopo aver attaccato la bocca a quel tubo di gomma...tutto va bene pur di non pensare aquanta strada manca!!!
Al 39° Km scorgo mio padre che come sempre mi da forza dicendomi "dai dai forza è finita... pover'uomo, gli rispondo ogni volta "scorlando" la testa e dicendo..."ah non ghi n'ho più".
Corro fianco a fianco con il mio salvatore, prova pure a darmi 2 metri ma è inutile, gli sono attaccato come un Post-it al monitor di un PC... è la mia unica soluzione, la mia probabile ancora di salvezza, arriviamo al 40° Km, 25 minuti e 38 secondi dopo il 35° e se penso che il 36° l'ho fatto a 5:26...ne sono certo se prima ero morto questa è la risurrezione!
Mi son ripreso bene, anche le gambe oltre che alla testa sono tornate tra noi, e comincio a fare da cicerone al mio compagno di viaggio, illustrandogli esattamente la durata e l'intensità delle 2 salite che ci separano dall'inizio della discesa, gli dico vedi il semaforo? 200m dopo di lì inizia la gloria... mi guarda perplessa gli dico: "è discesa fino in fondo"...sono raggiante, poco prima del 41°km trovo mia moglie e mia mamma alle quali risco pure a regalare un bel sorriso, la salita è finita, aumentiamo un po' l'andatura e penso... ma dove sarà Gianluca??? 300m davanti a me in piena discesa scorgo la sagoma di una sirenetta seduta sul parapetto della strada, ma si, è lei... Helga, la moglie di Gianluca,10m più avanti c'è anche lui... il mitico fotografo d'assalto Gianluca, mi inonda di scatti, salta giù dal parapetto e mi si affianca correndo come un pazzo in discesa urlandomi vai vai Alvin, Grande... io gli dico" grazie grazie Gianluca fermati, dove vai" ma l'Usain Bolt della fotografia digitale eè sordo alla mia domanda e mi piazza un'allungo, mi taglia la curva da 270° che ci immette sugli ultimi 700 mt e mi gavettona un'altra pioggia di scatti... che fotografo ragazzi... dopo gli scatti, ha pure il tempo di urlarmi qualcosa del tipo" VAI VAI GRANDE VAI"...praticamente è come ricevere uno spintone verso il traguardo, pazzesco, stacco di 5 metri il mio compagno, mi volto e gli dico: "Dai vieni che è finita... arriviamo in parata come le frecce tricolori", passiamo il cartello dei 42km, lo guardo e gli dico vedi quello?riferendomi ad un runner, dobbiamo passarlo prima del traguardo... che arrivo, siamo meglio delle frecce tricolori, non lo sorpassiamo ma lo affianchiamo giusto al fotofinish....grandi, mitici, ho il tempo di gridare Siiiii, lanciare un pugno in aria di liberazione con tutta la rabbia che mi rimane, batto un 5 al mio compagno e lo ringrazio, scoprirò solo il giorno dopo che si chiama Markus è di Vipiteno e fa parte di una società con un nome impronunciabile, i due successivi claudicanti passi li faccio verso la signorina del powerade che mi porge una bottiglietta, mi fermo a due metri dalla signorina che consegna le medaglie e mi dico bene, è andata, guardo la donzella e mi esce un "E' ora della medaglia" la prendo in mano, la guardo...l'anno scorso era più bella... ma quest'anno è più bello il tempo finale, 3:23:05 Real Time...poi una voce alle mie spalle "Alvin Alvin" mi giro e lo vedo...il grande Claudio che è addirittura riuscito ad immortalare il mio arrivo con tanto di intervista finale...guardatelo qui, mi dice, bravo dai, ti vedo bene... mi guardo un'attimo attorno per capire se sta parlando con me... mah penso, sarà senza occhiali... gli rispondo "Na Tragggedia" scherzi a parte, un grande, fortissimo (andate a vedervi il video) con la sua bellissima famigliola al seguito, rimango un po' a parlare con lui poi ritrovo mia moglie, mia mamma...dopo 5 minuti arriva Drugo...andatevi a leggere il suo Blog...è stato fantastico...guardate la foto, non sembra che invece di una 42 abbia fatto una mezza? al ristoro finale mi bevo in tutto meno di mezzo litro d'acqua e due spicchi di arancia... non ho voglia di niente, la consegna sacche è sulla rocca... chiedo in giro se c'è una seggiovia per affrontare la scalinata ma mi dicono di no, mi avvio a piedi... la consegna sacche è come quando si vedono gli sfollati che chiedono un pezzo di pane al camion degli aiuti umanitari, ma son fortunatissimo, me la cavo in 5 minuti, dal terrazzo vedo Gianluca lui mi dice "fermo stai li che arrivo"...io gli dico"fermo stai tu li che arrivo"..fatto stà che, praticamente ci invertiamo di posizione e dopo 2 minuti mi trovo io giù e lui su nella rocca!...per fortuna scende lui, lo ringrazio e lo saluto,tornando verso il camper continuo a guardare il percorso per vedere se riesco a scorgere Fatdaddy ma niente, la sua telefonata 2 ore dopo mi darà un immenso piacere, i Blogtrotters hanno un maratoneta in più...vi lascio con la frase che ho detto a lui o a Drugo pochi attimi prima del via "FORZA E ONORE SEMPRE....MOLLARE MAI"

Totale Garmin 43,210m 4:43 di media, invece di 42,195m 4.48 di media...anche il Garmin è andato un po a p......e oggi.
UN GRAZIE DI CUORE A TUTTI VOI BLOGTROTTERS PER I BEI MESSAGGI SUL POST PRECEDENTE...NUOVO PB IN FATTO DI MESSAGGI RICEVUTI...GRAZIE GRAZIE GRAZIE!
GOOD RUN AMICI
Alvin Finale
Foto Gianluca

Esultanza Finale
Foto Roby

Alvin e Drugo
Foto Roby
Ah...cos'era la coltellata sotto al piede dal 21°km?eccola qua...se non soffrite di stomaco...




Super Bolla Medagliata

Foto Roby

33 commenti:

Gianluca Rigon ha detto...

Come al solito racconto appassionante e avvincente !
A domani per un commento più approfondito !
Ciao !

Monica ha detto...

alvinoooooo!!! ma che bel racconto! mi sembra di essere stata un po' li con voi e voi con noi. domenica magica eh?!

Mathias ha detto...

sei un mito alvin.. hai fatto anche un intervista coi fiocchi. sai mascherar bene la fatica eh eh grande pb..la prossima volta lo frantumi

Gianluca Rigon ha detto...

Il racconto oltrechè essere appassionante è anche molto divertente ! Caspita però che crisi che ti è venuta: il giorno della ghara è sempre particolare, gli imprevisti sono lì dietro l'angolo pronti a tardirti quando meno te lo aspetti .....
Proprio per questo il risultato che hai ottenuto vale ancora di più !!!!!
Ciao !

GIAN CARLO ha detto...

Hai dovuto pagare ancora un prezzo sulla strada dell'esperienza.
In parte ti ha fregato l'eccesso di prudenza.
Da come andavi in allenamento dovevi partire più avanti, metterla subito giù più dura(tanto quando è + fresco nella prima ora e 30 i battiti non ti salivano) e mano a mano che vedevi i lap in 23.30 ti caricavi.
Comunque è andata bellissimo racconto

Anonimo ha detto...

Alvin...grandioso e spassoso!!!!
BEA VECIO...
Non so, ma io da "appassionato di progressioni" sarei partito + cauto, ma visto i tuoi tempi era giusto fare, come hai fatto.
Riconosco la bolla! E' permanente sul mio piede dx!! Che spettacoeo.
Cmq ragazzo mi hai caricato a dovere per la Venice il 26 ottobre.
Ciao, Gigio.

Bacchini Fabio ha detto...

Hai raccontato la gara in maniera unica, sicuramente in maniera emozionante e anche divertente. Nonostante la crisi, hai fatto il PB, quindi goditi il risultato...e prepara la riscossa...Firenze è dietro l'angolo.

Fatdaddy ha detto...

Un mix di emozioni: la fatica, l'ammirazione, le risate di fronte a certe tue affermazioni spassose durante la gara...grande, grande e ancora grande!!
Se volevi vedermi mi sa che ti occorreva il telescopio... :D

Un abbraccio ed ancora grazie di tutto, di cuore!
Con un grosso in bocca al lupo per l'avventura più bella che stai per vivere, il diventare papà...lì sarà come percorrere ogni istante gli ultimi cento metri di una maratona...bellissimo!
Tutto il meglio,
Marcello (the not-so-fat-daddy)

franchino ha detto...

Grande Alvin, bel report! E ricorda che come giustamente dici "la gnocca è gnocca anche dopo 35 km"... Grande...

Marco ha detto...

BELLISSIMO racconto!!!!! Grande Alvin!!!! Mitico tempo e grandissima freschezza all'arrivo.
Ti ammiro moltissimo! BRAVO!!!!
:-)

Anonimo ha detto...

se vai su podisti.net trovi altre foto tue:
www.podisti.it/foto/062008

Anonimo ha detto...

http://www.podisti.it/foto/062008/displayimage.php?album=311&pos=346
eccoti
ciao

Anonimo ha detto...

che foto fantastica!

Fatdaddy ha detto...

p.s. Ma non è che il ditone te l'ha ridotto così il BMW che ti è passato sul piede poco prima dello starter? o_O

jackvr ha detto...

Bravo Alvin... Bravo davvero a non mollare.. ciao

Jack

Daniele ha detto...

Alvin, spettacolo allo stato puro questo racconto. Come la tua maratona! Mamma mia che piede però, ma come cavolo hai fatto a finire con quello? Complimenti ancora! Ci si vede a Firenze…

Bellabigo ha detto...

Alvin: splendido il racconto e le emozioni che ci hai fatto vivere;la maratona è bastarda e affascinante allo stesso tempo... bravo, ne hai lasciati dietro di te una valanga!

Michele ha detto...

Bene adesso ti devi allenare per migliorare la seconda parte della corsa: facile eh ?? :)

Andreadicorsa ha detto...

Caro Alvin, sei veramente un maestro a narrare le tue imprese podistiche. Ti faccio i miei migliori complimenti per il PB, anche se non hai ottenuto il tempo per cui ti eri tanto allenato, hai salito un altro gradino nella scala che ti porterà al traguardo delle 3 ore. Continua così con i tuoi bei allenamenti ma soprattutto con la tua grandissima simpatia e umanità. Spero che ci vediamo ogni tanto, abitiamo a 7km di distanza e stiamo in contatto solo via PC... assurdo.
Ad esempio se sei libero venerdi' si protrebbe organizzare una piccola festicciola per festeggiare i PB
fammi sapere se sei libero, a presto Andrea

la fulminea running team ha detto...

concordo con rigo,anzi fai come me,allenati con rigo e vedrai che le signorine dei ristori,nn ci penserai piu'!!!

albertozan ha detto...

Grande racconto Alvin, come grande la forza di volontà nel concludere anche questa avventura sui 42k! Il fatto è che non siamo macchine e la giornata un po' meno brillante può capitare! Ti rifarai... Complimentissimi!!

Anonimo ha detto...

sto cacchio di garmin vi regala 10m ogni 400, lo ha rilevato pure paolo il leccese. mica è poco, se vai a 5' sono 7"5/km!!! luciano er califfo.

GIAN CARLO ha detto...

@Luciano, dipende dai satelliti.
L'ultima volta che fatto il lungo da 34km ho corso per 25km al biscotto che come sai è misurato con rotella metrica ed è perfetto.
beh ho azzerato dopo 5km mi sono piazzato alla partenza e ogni km corrispondeva sempre preciso. al massimo 5 metri di differenza. Quando sono passato alla mezza segnalata al biscotto il garmin mi dava 21.110

Lucky73 ha detto...

Bellissimo il racconto, ma l'intervista con quell'accento veneto è davvero una PERLA!
Complimenti!

Alvin ha detto...

Ancora grazie a tutti per i commenti..
@GianCarlo, devo ammettere che forse dovevo partire un po' meno cauto, penso comunque che se mi fossi accordato prima della partenza con Marcus...quello con la canotta verde che ho trovato al 35° uno o due minuti li toglievamo... ma va bene così,
tutto fa esperienza...
@AndreadiCorsa, adesso preparo Firenze... questo tempo lo posso migliorare di almeno un paio di minuti... cercherò di incastrare qualche allenamento con voi fulminei, di consigli ne ho sempre bisogno.
@Fatdaddy...mi son scordato di scrivere del BMW...cavolo...no.. il ditone è stato l'unico dito che non è stato calpestato nell'incidente!!!
@Anonimo grazie per il Link alla foto...bellissima.

Matteo ha detto...

Va bene così vecchio leone...
Così avrai la scusa per correrne un paio anche l' anno prossimo;)
Bel racconto.Comunque per Venezia nessuna paura...sono del Tridente anch'io.
COMPLIMENTI!!!
CIAO UOMO

Glaucos ha detto...

Bella Alvin, notevole il tuo racconto della Garda Marathon.
Leggendolo, mi sembrava di esserci anch'io.
Sono curioso di leggere il tuo resoconto della maratona di Firenze per confrontarlo con quelle che saranno le mie sensazioni.
Ciao Glaucos

Diego ha detto...

Stupendo racconto,mi hai fatto morire dal ridere!
Uno come te deve vivere fino 100 anni!!!

Diego ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alvin ha detto...

@Matteo...'anno prossimo...forse Venezia in Autunno...se me la cedi!!
@Glaucos... a Firenze ci troviamo di sicuro.
@Diego...se continuo a correre come domenica a 100 non ci arrivo...vedo di rallentare un pò...o almeno ad arrivare meglio.

Frate_tack ha detto...

Che bel racconto Alvin.
Comunque per quanto rigurada Firenze, non è un problema tanto la distanza da honolulu, i giorni sono 14, non 7.
Vedo ora come esco da questa serie di mezze che fanno dalle mie parti.
Se partecipo a Firenze la mia "tacchiaca" sarebbe di provare a fare la mezza o i 25 un pò tirati e poi vedere come prosegue. Farei volentieri il percorso con te per farti fare il tempo, dovresti un pò sacrificarti i primi km però :-)
Se decido di farla sarai il primo a saperlo.

Fatdaddy ha detto...

Ed eccolo!!!
Alvin modello RIS in compagnia di Drugo!
Spettacolo!
http://www.podisti.it/foto/062008/displayimage.php?album=328&pos=40

Claudio72 ha detto...

Racconto epico Alvin. E' stato un vero piacere conoscerti. Un racconto che si legge tutto d'un fiato come una Guinness a Dublino.
Fortissimo!!

MEMENTO AUDERE SEMPER... RICORDA DI OSARE SEMPRE

Altri Post

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs

RESPONSABILITA'

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.