Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.(CIT) Eleanoor Roosvelt...

...E i miei sono fottutamente belli (CIT) Paolo Scotti

domenica 28 febbraio 2010

Laffleddole, mal di gola....pochi ca@@i, si corre!


A Zozzi!!! I soliti maiali.... lo so che non siete qui per il titolo del Post di oggi....

Nel frattempo, tengo a ringraziare Veronica per l'attestato di stima nei miei confronti dopo il Pb di domenica, tengo a precisarle che non è poi un così gran tempo per una mezza, ma l'idea di imbrattare la lavagna della sua aula con il mio ritratto, mi ha fatto molto piacere e convergerete con me, sul fatto che la sua foto meritava di essere pubblicata..... un bacio piccola. ;)

P.S. Spero che qualcuno l'abbia aiutata a raccogliere il cancellino prima che il prof sia rientrato in aula altrimenti... povera ragazza.

Al termine della pantomima, vado di seguito ad elencare gli allenamenti svolti durante la settimana appena trascorsa:

Martedì:
12 km di corsa lenta rigenerante, il raffreddore e il mal di gola rimasti come eredità dalla mezza di Verona, non li bado...se vogliono rimanere, dovranno correre ma oggi gli va bene, 11km corsi tranquilli sui 4:50 poi, il dirigibile marrone cantato da Elio nella sua canzone, cerca in tutti i modi di uscire dal mio corpo, vedo avanti a me il fantasma di Fatdaddy lanciarsi dietro una siepe come nel suo racconto ma resisto, comincio ad allungare, sono a 4:20 altro che corsa lenta, le siepi finiscono DEVO arrivare a casa, ultimi 400m a 4:10, arrivo davanti a casa scavalco il cancello, 2m e son già senza scarpe, 3 secondi è ho già aperto la porta, 15m tanto mi separa dal bagno, li percorrerò a 2:40\km con ancora tutto addosso, lampada frontale accesa, guanti, fascetta ecc....arrivo al Water e METAAAAAAAAAA!!!

ToT 12km 4:45\km 155 Bpm... un water col mal di pancia dopo 2 km a canna...non ha prezzo...per tutto il resto...c'è l'imodium.

Venerdì:

5:10 della mattina , suona la sveglia, guardo fuori, diluvia, il mal di gola e il raffreddore bastardo, barcollano ma non mollano, meglio non rischiare, tutto rinviato di 12 ore.... e così alle 17:30 sembra un'altro giorno, sole, 11° ma molto vento, ottimo, oggi ripetute da 4000m a Ritmo Gara 4:35 con recupero affaticante di 1000m a RG-10", un km di riscaldamento e poi:
Primo 4000: le gambe, complice discesa, vento a favore e fresche di pb si fanno prendere dall'euforia, media 4:28, il recupero lo farò a 4:20.

Secondo 4000, stavolta non ho la discesa che mi aiuta, anzi, è leggera salita e vento contro tlin 4:33, recupero 4:21.

Terzo 4000, diventato poi 5000 in corso d'opera, percorso a 4:32 di media, sul km affaticante, non mi curo mai di guardare il garmin, controllo sollo al termine, dirà 4:12... altri 700m a 4:20 e sono a casa, allenameno riuscito... anche un filo esgerato.

Totale 17,7km in 1:19:17 4:28\km di media e 161bpm


Domenica:

Obiettivo 21km a Ritmo maratona o un filino meno. Via, 2km e già il primo inconveniente, il torrente che guado di solito oggi scorre alla grande, il guado è impossibile e così dai 21 previsti, mi tocca attaccarne altri 3 e mezzo per finire il giro, al 6°km sento uno strano fastidio nella parte bassa dell'osso della caviglia, non so come mai, ma la scarpa oggi mi "gratta" proprio lì, e pensare che nei precedenti 80km corsi con questa scarpa e sempre con lo stesso tipo di calzini, non ho mai avuto il minimo problema.... vabbè a Treviso si andrà di cerotto per sicurezza. Il giro termina con 24,28km corsi in 1 ora e 50 a 4:32 di media (ritmo Maratona -3") che dire, pensavo di faticar di meno anche se i Bpm non sono stati malvagi 161\ rimane una settimana di allenamento, martedi corsa lenta, 13 forse 14km, giovedì l'idea è di fare un 3x5000 a ritmo maratona con 1000m di recupero affaticante e poi domenica 16km a Ritmo gara, al termine dei quali deciderò se provare i 4:35 a TV o se far compagnia a Bress il quale partirà un filino più cauto...a suo dire. Chiunque abbia corso una maratona o abiti in Brasile può lasciare il suo punto di vista, nel frattempo... il mal di gola e il raffreddore, sono andati a far visita al povero Lucky....

GOOD RUN AMICI

P.S. Il Bress pur di spazzarmi via a Treviso le sta studiando tutte, ha perfino simulato di aver rotto il PC per non pubblicare i suoi allenamenti... ottima pretattica Presidente ma non basterà!


lunedì 22 febbraio 2010

Verona Half Marathon... esecuzione perfetta...o quasi! (il Racconto)



1:28:35, a chi me l’avesse detto sabato sera, gli avrei dato senza mezzi termini del pazzo visionario, col senno di poi e a bocce ferme, posso dire di aver corso con almeno un paio di secondi\km di margine dall’inizio alla fine, a due km dalla fine poi, ho tolto le ancore e ho lasciato fare tutto alle due cose che mulinavano sotto di me… morale della favola 20°km 3:59, 21°3:44, ultimi 400m a 3:22… che in vita mia non ho mai fatto, neanche in discesa…

7:30 A bordo dell’auto presidenziale, incerti fino all’ultimo se prender la sua o la gazzella dei Carabinieri, ci dirigiamo verso una Verona baciata dal sole e da un venticello gelido...

8:20 Parcheggiamo col metodo Katzen, e via verso la consegna pacco gara. Sono le 8:40, al blogpoint trovo solo il mitico Daniele di “viva el Barça” che sta aspettando Yogi che aihmè, non riuscirò a conoscere, invece di attendere gli altri blogger decido di andare a cambiarmi, pensando di ritornare lì dopo (immane errore) gli spogliatoi sono a 500m dal Blogpoint, son già le 9, ci cambiamo al volo in una panchina, ho l’onore di conoscere Stefano “Micio” un grande, un piacerone immenso conoscerlo di persona!

9:15, decido di andare al blogpoint ma desisto subito, mi sento come un pesce rosso che prova a risalire un fiume, c’è un carnaio di gente, decido di scaldarmi un po’, provo a tirare un po’ gli occhi ma non riconosco nessuno, così a 10 minuti dal via entro nella mia gabbia, 2m davanti a me, mi sembra di scorgere un viso noto… sopracciglia alla Elio… chi è? Chi non è? Non mi viene in mente, evito una figuraccia e decido di provare ad andare un filo avanti nello schieramento, da dietro sento una pacca sulle spalle, il “tipo” si presenta, altro non è che Paolo Fr. amico,triatleta, conosciuto grazie al Blog ma che conoscevo di vista solo per averlo visto su Face Book… trovarlo in mezzo a 4000 persone mi ha fatto davvero piacere, mi chiede l’obbiettivo di oggi, vado sincero, 4:20 i primi 10 e poi se ne ho, vado, con obbiettivo 1:29:59, lui ne farà 42 come lungo in vista di Roma.

9:59 Sben, si parte, 35 secondi e passo sotto al gonfiabile, qualche numero circense per sorpassare i soliti cazzoni che dovrebbero partire almeno 100m più indietro viste le loro andature e il primo km lo chiudo in 4:14… bene, anche troppo, visto l’obbiettivo.

Al secondo km mi lascio trascinare da chi mi sta attorno un tale “Zanze” mi precede di poco, gli faccio un in bocca al lupo e la freschezza atletica mi regala un 4:04… devo calmarmi devo calmarmi!!!

Al terzo km qualcuno mi chiama da dietro, lo guardo, lo saluto e penso: “E chi cazzo sei?” e lui “sono Innovatel” toh, piacere, anche lui impegnato nei 42, non so perché ma lo facevo più vecchio, è un ragazzino come me, Tlin 4:14.

Quarto km, altro runner che mi sperona da dietro, è Gigio, eihlà come va? A quanto punti oggi? Mi fa” 1:36”, guardo il garmin e gli dico: scusa ma quanto fa il tuo garmin? 4:10” ah bon, non ti pare di andare un filino allegro? risposta “Uomo, oggi vado finchè ne ho” Un grande, un altro come me, rovinato celebralmente da Aldo rock! farà 1:33.. intanto tlin 4:13.

Quinto km, capisco che oggi l’obbiettivo 4:20 per i primi 10km è andato a puttane, non riesco a prendermi un riferimento, il garmin lo guardo poco e le gambe insistono che vogliono andare tlin 4:11

Sesto km, ok mi dico 4:20 no, ma evitiamo di andar sotto ai 4:15 se non poi son cazzi!! Tlin 4:15 incredibile un km rispettato!

Settimo km, provo ad assestarmi un attimo, niente, le gambe fanno il cavolo che vogliono 4:12

Ottavo km, ne ho la certezza, oggi sto da Dio, non guardo mai il Gps, sento Tlin guardo, penso “4:15?” macchè 4:10….

Nono Km, comincio a farmi un pò di film mentali e decido… ok, proviamo ad andar regolari a 4:15 fino alla fine e puntiamo all’ora e 29. Tlin 4:14… cominciamo a ragionare?

Decimo km, c’è il ristoro, vabbè perderò qualche secondo per bere un po’ di thè, tanto sono in stravantaggio sulla tabella di marcia ma appena riprendo a correre, non ho nessun controllo sulle gambe, hanno il “GPS INSIDE” tlin 4:12, per fortuna che ho camminato 30m buoni.

Undicesimo km, c’è un sottopasso guardo il garmin dice 4:16, discesetta si accelerà, salitina si decelera penso… macchè accelero… tlin 4:10.

Dodicesimo km, riprendo il controllo di me stesso, ne son convinto, tlin 4:16 (il km più lento di oggi) un po’ mi redarguisco “cazzo, ho detto 4:15, cominciamo a perder secondi già adesso?” si si la testa è andata da un pezzo!

Tredicesimo km, il frittatone è servito, cercando a destra e a sinistra qualcuno che vada via più regolare di me, alzo la testa e là, 250m davanti a me chi vedo? È lui, inconfondibile il BRESS. Tlin 4:09, bava alla bocca, fanculo la media, un solo imperativo: “Andare a prenderlo”

Quattordicesimo km, discesetta, salitina, curva a gomito zig e zag, mi accosto all’uomo più regolare del mondo oggi, “Il Bress” e gli faccio, “stia attento sa, la prossima curva è segnalata come pericolosa”… il presidente mi fa un sorrisone e mi da il benvenuto a bordo, gli dico, “cazzo, ho fatto l’ultimo km a 3:58 per venire a prenderti”!!!

Quindicesimo km, il Bress mi istiga al suicidio, mi dice” vai, vai che ne hai”… penso… “col cazzo, tu mi vuoi morto fratello”, gli dico “no no, sto un po’ con te” le gambe controbattono “col cazzo, oggi si va uomo, hai o non hai scritto MEMENTO AUDERE SEMPER in testa al Blog? Vabbè, come contrariarle “OSARE SEMPRE” tlin 4:12… rifiato

Sedicesimo km, la stanchezza rimane un ricordo lontano, mancano 5 km mi dico, fossi andato più piano adesso potrei partire e andare a 4:10 fino alla fine… tlin 4:13 intanto le gambe hanno recepito il messaggio…

Diciassettesimo km, svolta secca a destra, un ponte, si oltrepassa l’adige, la sento la sento, sta montando come la marea, la progressione è partita, tlin 4:05 minchia che viUlenza!!!

Diciottesimo km, non mi volto mai, ogni 4-500m guardo il Garmin che mi lancia ventate di ottimismo in perfetto stile UNIEURO tiln 4:04

Diciannovesimo km, va bene tutto ma il ristoro è il ristoro, vuoi non dar soddisfazione ai volontari?… Glu glu, un bicchiere di Sali sarà il cherosene per i miei ultimi 2 km tlin 4:07, “dannato ristoro, mi hai rovinato la progressione perfetta!!!

Ventesimo km, spengo del tutto il cervello, le gambe spingono come non mai, c’è un sole che ti scalda l’anima, correre in questo istante è il gesto più bello del mondo… poveri voi al di là delle trasenne!!! Tlin 3:59 adrenalina a fiumi…

Ventunesimo km, si gira attorno al blogpoint, si gira intorno all’Arena, saranno le curve che mi danno alla testa, le faccio quasi in piega, ah le endorfine… accelero accelero 3:44.. morirò al traguardo?

Ultimi 400m (il folle garmin misurerà 21480m) si passa dentro all’arena, non corro più, volo, curva secca in uscita, salitina di 5 metri sorpasso 5-6 runner in curva all’esterno, sembrano ma vanno a 4:15…” raga spazio, son senza freni”….. rettilineo finale, se avessi 2 ruote lo farei tutto impennando ma ho solo 2 skilon, bellissime tra l’altro, taglio il traguardo, non stoppo il garmin, cazzo mi frega, l’uno e 29 è assicurato penso, vedo lo Zanze seduto a terra che anche oggi ha compiuto la sua missione, mi ha sbadilato altri ben 20 secondi, mi giro, guardo il tabellone dice 1:29:15, porca, porca, porca, mi porto le mani al viso come l’urlo di Mohon e mi rendo conto che probabilmente ho fatto addirittura 1:28 e boh… tempone!

Nel frattempo arriva Bress, ci ritroviamo come 1 mese fa a Monteforte, 3 sfidanti che si fanno i complimenti, le posizioni non contano, abbiamo dato tutto, a nostro modo, ognuno di noi oggi ha vinto.

Mi giro e ritrovo Micio, grandissimo pb il suo oggi, mi fa i complimenti e mi dice che a Treviso devo provare le 3 e 14… amico, consigliato da te ci proverò di sicuro!

CONSIDERAZIONI:

Pochi dubbi, la mezza è la mezza, se indovini il giornatone puoi permetterti di partire allegro, se hai un minimo di lunghi sulle gambe, si può arrivare infondo col sorriso e fare un tempone senza tanto tirarsi il collo… partire 4-5 secondi sottomedia in maratona significa arrivare al 35° coi crampi e maledendo il giorno in cui ti sei iscritto..in ottica Treviso è da tenere bene in testa. Il mio conto con la mezza è stato fin troppo facilmente chiuso, da qui a Treviso la velocità e la troppa qualità rimarranno un ricordo, nei futuri allenamenti, una settimana per digerire bene il pb di oggi, e poi, due settimane tranquille, a Treviso sarà un'altra storia ma bisognerà partire rabbiosi e carichi dal via, il finale speriamo sia altrettanto gioioso come quello di oggi!

P.S. Un saluto a chi ho avuto l’onore di conoscere o di rivedere di persona oggi, in ordine temporale SUPER MICIO, GIGIO, PAOLO FR., INNOVATEL, MICHELE, ALE 1957, INSANE (grande con 4 donne al seguito) SUA MAESTA’ ALBERTO ZAN, ANTONIO MARGIOTTA E STEFANO GRANDI… Un abbraccio, non mollate mai!!!

Per tutti gli altri Blogger non incontrati, mea culpa, mea culpa mea grandissima culpa… sarà per la prossima occasione!

Onore all’organizzazione, poche pecche (spogliatoi minuscoli) e una certezza, la strada è quella buona, nel 2011 con i giusti incentivi si sforeranno facile i 5000 partenti!

Good Run Amici, grazie a tutti per i commenti nel post precedente.

Bress,Insane,Alvin



domenica 21 febbraio 2010

BREAKING NEWS Verona Half Marathon 1:28:35

Affido alle note di questa superlativa canzone... il riassunto della giornata odierna.... standing ovation finale compresa!!!
Per il racconto e le foto, ripassate domani!


domenica 14 febbraio 2010

TRA UN 8X1000 UN 3X3000 E UN MAGNIFICO LUNGO DI 38KM...


Ultima settimana di carico in vista della mezza di Verona di domenica prossima dove sono sempre più convinto di correre la prima metà a 4:20 e di provare (se ne avrò ancora) a divertirmi con una progressione nel finale…
Potrei puntare al muro dei 90minuti come suggeritomi da Lucky e gli altri, probabilmente potrei farcela, ma il vero obbiettivo primaverile è arrivare sano e finire senza sputare sangue la maratona di Treviso, per fare una mezza tiratissima ho tempo da qui all’autunno, c’è solo da decidere quando farla, intanto, sta prendendo corpo l’idea Cortina-Dobbiaco…

Martedì

Dovevo fare gli 8x1000 a 4:10, ma fatto il primo mi sentivo bene e così ho deciso di farli un po’ più impegnati e sono uscite 8 ripetute tutte in progressione dai 4:10 del primo ai 3:55 dell’ultima (media 4:04), tutti con recupero di 1000m corsi in media a 4:46 o un filino più veloce. Bpm sui 173 nei tratti veloci e 150 nei recuperi.

Mercoledì

11km di fondo lento + 1,6km per far 7-8 allunghi sui 100m. Media 4:47 FC 153

Venerdì

Incerto fino all’ ultimo se fare un’ora di corsa lenta o “che”, decido per il “che”.Il “Che” (la tabella) direbbe 4x3000, ma siccome la tabella non sa che domenica ho da far 36km (per la tabella avrei dovuto farli domenica prossima)lo vedo un po’ troppo impegnativo come allenamento e decido per abbuonarmi un 1000 e correre più blandamente, farò un 3x3000+2000, l’idea era di correre le parti veloci al ritmo della mezza (4:15) e i recuperi a 4:50 o giù di lì.

Primo 3000 4:14, 4:09 (con 100m di discesa) e 4:13… non so perché ma sento che non ingrano per niente, durante lo stretching post riscaldamento ho sbadigliato 2-3 volte… probabilmente durante il primo 3000 stavo ancora dormendo… e infatti nel 2°, dopo un 1000 defaticante a 4:44 le cose migliorano, 4:10, 4:13 4:10 i parziali e cosa più importante la falcata si è fatta fluida… molto bene! Recupero con un altro mille un po’ allegro a 4:35, nel terzo mille non guardo quasi mai il garmin e quando lo faccio mi accorgo sempre che son ben al di sotto dei 4:15 previsti, di conseguenza fatico poco a fare 4:06, 4:08, 4:12, recupero a 4:48 e riparto per gli ultimi 2000m in progressione che correrò a 4:07 e 4:00. Termino contento, perché di gambe sto una meraviglia e la Fc mai oltre i 173 del penultimo 3000 non ha mai superato i 169 bpm nelle altre ripetute veloci.

Totale 16,86km a 4:21\km FC 161

Domenica:

7:35, come da pessima abitudine, mi presento 5 minuti in ritardo al cospetto di “Villa Helga” la casa di Gianluca. Il tempo di riallacciarmi meglio le scarpe e con Gian si parte, direzione “Monte Berico” 120m slm, monte caro ai vicentini perché ospita il santuario dedicato alla madonna che nel lontano 1400 si dice abbia fatto scomparire in un batter d’occhio la peste dal capoluogo berico, oggi, famoso luogo di culto in cui da ogni parte d’italia si arriva a chiedere una grazia o fare voto alla vergine... per arrivare sul monte, a 2 km dal centro di Vicenza, c’è una salita lunga circa 1000m con punte del 15% di pendenza panoramicissima e lassù il bellissimo “Piazzale della Vittoria” che come panorama non ha proprio nulla da invidiare al più famoso piazzale Michelangelo… dal piazzale di Firenze si ammirano i monumenti l’Arno e i colli, da Vicenza oltre ai monumenti di un certo Andrea Palladio, nei giorni sereni ci si sente seduti in prima fila di fronte ad un anfiteatro naturale creato dalle prealpi Vicentine, in questi giorni bianchissime e stracariche di neve….meravigliose.

Un grazie particolare va alla moglie di Gianluca, la quale ci ha gentilmente assitito con acqua e integratori nei 4 ristori previsti (Santa Donna) senza quelli, sarebbe stata assai più dura.

Totale dell’uscita 38,22km, corsi suddivisi in 2 tranche, sui 4:48 all’andata con 40m di dislivello a favore, sui 5:30 nei 2km tra salita e discesa senza tirarla minimamente e sui 4:52 sulla via del ritorno questa volta con i 40m di dislivello a sfavore, dopodiché al 33°km, mi sento talmente bene da lasciarmi andare con Gianluca alla seguente affermazione, “Oh sto da Dio, sono in formissima” e così, a due km da "casa Gian"saluto il fido compagno (senza di lui, col cazzo che mi passava oggi) e do il via alla progressione finale alla Tergat.

L’obbiettivo, ultimi 5 km a Ritmo Maratona meno 20" ovvero 4:15… mi sento bene, ma dubito di arrivare ad un andatura simile dopo 33km e invece, fatto il primo dei 5 km per rompere il rullaggio dei 4:50, sgancio subito un 4:34, da qui a casa è tutta leggerissima salita con circa un km e mezzo sterrato, inizio ad accelerare e il km successivo viene 4:17, bene, 3°km sento l’aria di casa e devo quasi tenermi per non scendere sotto i 4:14 registrati, mancano 2km e con 36km in saccoccia non me la sento ancora di piazzare l’allungone, penultimo km 4:10 (sticazzi) ultimo km, ai 500m guardo il Gps dice 4:17, mi dico, “no cazzo, non posso rovinare la progressione finale” comincio ad accelerare bene, incrocio Chiara la cugina di Gian di ritorno dal suo collinare, andatura presunta sua 4:00km… la solita freccia, faccio un po’ fatica a metterla a fuoco bene e ci salutiamo, tlin, guardo il garmin e dice 38°km ancora 4:10, gran recupero, mancano 220m a casa, vuoi non onorarli? E cosi allungo allungo, dopo 38km sgancio gli ultimi 200m a 3:54 a km, inutile dirmi che in faccia mi si pianta uno stupido sorriso dal quale fatico ancora a separarmene…

Totale 38,22km in 3:00:35 4:43\km 153bpm. A me sembran bassi, provo a cambiar la batteria della fascia.

P.S. Un vero peccato essere stati già così in forma oggi, a Treviso manca un mese e la forma come si sa, tende o a scadere o a migliorarsi e purtroppo meglio di oggi la vedo davvero dura… Bress cmq a TV è spacciato, almeno quanto lo sono io con lui domenica prossima, sempre che agli ultimi 10km non mi parta una progressione furiosa come oggi!!!

Mi tolgo il calzino e quando meno te lo aspetti ti appare questa!

GOOD RUN AMICI

lunedì 8 febbraio 2010

Buona settimana in attesa della più dura...



Altra settimana bella carica di qualità ma conclusa ottimamente e per niente in affanno, questa sarà l'ultima di veramente impegnativa anche perchè domenica c'è il lunghissimo da 36km in vista di Treviso, la prossima settimana sarà di scarico in vista della mezza di Verona con obbiettivo 4:20 di media...vedremo!

Martedì:

12,7km di CL… ma un filino troppo veloce 4:44\km con media dei Bpm a 156… vabbè, avevo sonno e non guardavo mai il garmin!

Mercoledì:

Il programma dava 12 salite al 7% da fare a 4:30 al km… ottima idea quella di provare le scarpe che tra 400km sostituiranno le skilon (delle quali aihmè non riesco più a trovare il mio numero) le Brooks Launch, 10g in meno delle skilon… che userò solo in corse dai 21 in giù e allenamenti in salita o con ripetute veloci.

Le corro tutte bene e rispettando i tempi fino alla nona, durante la decima mi perdo a pensare ai fatti miei e a metà ripetuta mi accorgo che sto sforando di brutto verso l'alto, provo un’accelerazione ma la luce si spegne di colpo, la chiudo a 4:46 di media e decido di non fare le ultime due con la scusa: “E’ tardi devo andare a lavorare”… voto 6 meno meno,il ragazzo ha le capacità ma non si applica…frase celebre nel mio passato scolastico….che vergogna!!!

Venerdì:

Dopo le salite del mercoledì, già al govedì mi ritrovo con le gambe perfette, correndo in salita si sollecitano meno le articolazioni e anche se si fa molta fatica già 6-7 ore dopo le gambe stanno benissimo.

E così, venerdì mattina decido di darci dentro un po’ 4x4000 in progressione ancora con le Brooks senza recupero, primi 4km a 4:50 FC 152, altri 4km previsti a 4:35 (RM presunto) corsi a 4:32 e 163Bpm di media altri 4 previsti a 4:15 e corsi a 4:16 e 173 Bpm e gli ultimi 4 previsti e corsi, non senza fatica a 4:00km ed fc sui 179Bpm.Termino contento per non aver mollato un solo secondo, gambe in straforma e la decisione, la Verona Half Marathon a meno di colpi di pazzo tenterò di farla a 4:20 fissi.

Domenica:

Dopo il diluvio di venerdì/sabato, ci voleva proprio un bel cross fangoso, travestito da marcia paesana e più precisamente “La marcia del Redentore” in quel di Povolaro, dopo 3 km di riscaldamento a 4:50,spesi ad andar a tirar giù dal letto Gianluca (il quale era invece già prontissimo) ritorno sui miei passi con il fidato fulmineo per altri 3 km stavolta a 4:35…(e chi lo ferma Gianluca) in direzione della partenza, ad aspettare i ritardatari Bress e Zanze.

20 minuti dopo l’orario indicato dalla tabella di marcia si parte, primi 2 km su asfalto a ridere e scherzare, sottolineando il fatto che il percorso è totalmente cambiato rispetto allo scorso anno, il tempo che Bress posi per qualche foto (quella in apertura al suo blog è fantastica) e lo sterrato viene a incrociare la nostra via.

Sono stati 20km abbastanza impegnativi sotto il punto di vista muscolare, ilp ercorso è stato per un buon 3\4 fuori strada, mi son divertito un sacco,dal punto di vista cardiaco pochi indizi utili, i bpm viaggiavano mediamente sui 163bpm, anche se la media è stata di 157 ma è stata sicuramente falsata dai ristori.Ottimo il finale in progressione con gli ultimi 5 km sotto i 4:40 (4:38-4:38) poi 4:35 4:25 4:20… e mentre ioe Gianluca ci stavamo comodamente mangiando un panino con la mortadella…il Bress e lo Zanze partivano per un altro tour di 12km….onore a loro, domenica prossima MMB Tour (Montecchio -Monte Berico Tour), 36km 200m D+...il Bress per l'occasione si è inventato un allenamneto ridicolo, per evitare il km e mezzo di salita al 12%...vergogna!!!

Totale 26,3km a 4:44\km 157 Bpm

MEMENTO AUDERE SEMPER... RICORDA DI OSARE SEMPRE

Altri Post

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs

RESPONSABILITA'

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.