Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.(CIT) Eleanoor Roosvelt...

...E i miei sono fottutamente belli (CIT) Paolo Scotti

domenica 28 giugno 2009

Calvene-Montecorno 1081m D+ in17000 panoramici metri.

Oggi, è andato in scena l'antipasto della TransCivetta del 19 Luglio, più corto ma soprattutto molto più morbido.

17km tutti in salita, dal 1° al 16°km, 1081m di dislivello positivo e soli 6m di dislivello negativo (discesa) nel penultimo km.

Tutto inizia intorno alle 8, parto in auto con direzione Monte Corno, luogo in cui "abbandonerò" incatenadola ad un palo, la mia city bike, sotto gli occhi attoniti di una venditrice ambulante di miele che sta allestendo il suo banchetto, la quale, accetta gentilmente di far da "guardia" alla mia bici e al mio zainetto.
La signora, guardandomi un po' perplessa mi fa: "... Ma spiegami, spiegami, lasci qui la bici e dopo?" "Signora, adesso, risalgo in macchina, scendo fino a Calvene (194m slm) e torno su di corsa, prendo la bici e torno giù "pedalando"..." La vedo un po' scettica la ragazza (65enne) e infatti mi fa:" Ma, non facevi meno fatica a fare il contrario?" "Beh sa, dipende dai punti di vista..." non la vedo convinta, si guarda un po' attorno e fa "Questa, poi.... qua vengono tutti su in bici e se non ce la fai a tornar su di corsa?" " No signora, non si preoccupi, magari strisciando ma ci arrivo non si preoccupi, casomai le lascio in eredità lo zaino..." He he he... in realtà il mio pensiero è stato, "tzè donna di poca fede, non vedi che ho il fulmine nella maglia?, noi della FULMINEA non conosciamo la parola RITIRO, testa bassa e mollare mai" ma mi pareva un po' avventata come esclamazione, così, saluto la fanciulla e tornando alla partenza capisco che questa strada, lontana dal traffico, immersa nel verdee con un fantastico paesaggio, la domenica è la patria dei ciclisti, ne avrò incrociati un'ottantina.
Alle 9 sono pronto o quasi, a parte l'essermi dimenticato la cintura con la borracia nel frighetto dello zaino termico che ho lasciato alla signora... COGLIONE, che tradotto significa, tutta la salita senza un sorso d'acqua!!

9:03, alla Uscuru. BUUM, si parte, i primi 7 km pendono bene fin da subito ma riesco a tenere i miei tempi tra i 5:37 e i 6:00/km prendendomi pure il lusso di sorpassare qualche ciclista e farmi sorpassare a mia volta da qualche altro.
Come in tutte le "imprese" trovo l'esperto di turno, che in questo caso porta le vesti di un atletico pensionato cicloamatore che affermando di farsi quella strada 4-5 volte a settimana, non smette di farmi i complimenti per l'andatura,( si vede che non ha mai incontrato Rigo su questi pend
ii!!!) io più di tanto non gli dò corda (non ho il fiato per fare anche quello) sono ipnotizzato dalle due borrace ricolme di acqua o altro, che fanno bella mostra di se ancorate al telaio della sua bici e, sperando che cogliesse l'indizio dico: "certo eh, ci fosse qualche fontanella lungo il percorso sarebbe meglio no?" macchè, niente, non afferra il messaggio, gli rimango "a ruota" fino all' 11° km dove comincio ad alternare qualche intervallo al passo alla corsa, ho una sete boia e mi pare di aver una felpa in bocca...
al 12°km per grazia ricevuta, mi si affianca un ciclista in montain bike che mi dice, " ti son dietro da giù, al tuo posto starei già piangendo in mezzo al bosco con sto caldo, guarda che ti controllo eh, ho visto che ogni tanto cammini" io rido e lui mi fa, "vuoi un po' d'acqua?" lo ringrazio e do' una strizzata alla sua borraccia, poesiaper il corpo,i successivi 500m mi sembrano quasi di pianura da quanto sto meglio, scambio qualche altra parola col ciclista, il quale, forse per compassione mi dice "dai altri 300m di dislivello e sei su", io non ne son convinto siamo a 800m e gli dico, "ma non son 1300m lassù? bah non mi ricordo" esclama lui, io ovviamente spero abbia ragione, lascio il mio salvatore... o meglio, sarà lui a lasciarmi dietro dato che al successivo tornante, prende un sentiero sterrato che scende a valle, beato lui...

Altri 4 sofferti km in cui trovo altri 3-4 cordiali ciclisti col quale scambio qualche altra parola e scollino, l'ultimo, il 17°km è in falsopiano, alle mie gambe sembra discesa e lo chiudo in 4:35... Ultimi metri e raggiungo la guardiana della mia bicicletta che se ne esce con un "Cavolo ma allora ce l'hai fatta eh?" io, "certo signora perchè aveva dubbi?" "no no, e quanto c'hai messo?" 1 ora e 41, la signora si volta e fa "Tissiano (Tiziano) quanto ghe ghemo messo stamattina in macchina a vegner su? bravo bravo" Ringrazio, apro lo zaino e mi bevo a canna un buon litro di powerhade... saluto e ringrazio la signora.
Mi infilo la giacca "Firenze Marathon 08" prendo la
bici e torno giù, fiero della mia piccola impresa, mi godo il panorama della pianura vicentina, e chi ho il piacere di ritrovarmi a 3 km dalla metà? Sua maestà il nostro Rigo nazionale, 4 chiacchere una foto e l'arrivederci a sabato per l'entusiasmante "FULMINEA SUMMER RUN",e voi vi siete iscritti? in caso negativo non sapete cosa vi perdete.

Good run amici!


Totali 17km in 1:41:24 6:01/km 1081m D+ FC media 177

domenica 14 giugno 2009

Civetta trema, Alvin e Gigio stanno arrivando...

IL CIVETTA (3200m) VISTO DAL RIFUGIO TISSI (2280m)
Fotografato e inserito su panoramio da Andrea Caoduro

Civetta, come Monte Civetta, Civetta come Transcivetta, cuore delle dolomiti... lassù, il teatro della prossima battaglia!

Tutto è partito dalla Cortina-Dobbiaco di Gigio, al ritorno il suo sms: Uomo, la Cortina-Dobbiaco è una gara spettacolare, mettila in calendario per l'anno prossimo!!!


4-5 sms di botta e risposta, qualche giorno, poco più di 50 dollari e ci siamo ritrovati iscritti alla Transcivetta 2009, gara a coppie di 23 e rotti km con 1950m di dislivello positivo... in perfetto stile fulminea, il nome della squadra sarà "I KATIVI"....aggressivi sempre!!!!Altimetria by AlbertoZan

Obbiettivo? se Albertone Zan all'esordio l'anno scorso ha impiegato 3 ore e 13, da buon fulmineo in sfida inaffrontabile sempre (Bress insegna), dovrei puntare ad un 3:12...ma lo spirito di sopravvivenza mi fa pensare che se due più due fa ancora quattro... chiuderla in meno di 4 ore e vivi, sarà già un ottima impresa!
Se è vero che nelle gare di coppia serve affiatamento, io e il buon Gigio, punteremo tutto sul fattore sorpresa, non avendo mai corso assieme, le sole cose che ci accomunano sono il "Mollare Mai", l'amore per la montagna (e quello inossidabile per la gnocca).
Quindi cari amici che in montagna siete abituati ad arrampicarvi come marmotte in salita e a picchiare come bob in discesa, siete avvisati, se vedete 2 camosci in salita che in discesa vanno come una graziella senza copertoni, non vi sbaglierete... siamo io e Gigio.

X GIGIO... Oggi 13,7km di collinare con 290m di dislivello positivo....cotto come una tagliata alla brace ma soddisfatto e con ampi margini di miglioramento...media 4:45/km...mica cazzi, ti ricordi le salite della brosemada?

P.S. che ne dici se la discesa dal Rifugio Tissi (2281m) ai Piani di Pezzè, ce la facciamo in parapendio? IO ODIO LA DISCESA

Good Run Amici

Come chi è GIGIO?
MEMENTO AUDERE SEMPER... RICORDA DI OSARE SEMPRE

Altri Post

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs

RESPONSABILITA'

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.