Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.(CIT) Eleanoor Roosvelt...

...E i miei sono fottutamente belli (CIT) Paolo Scotti

sabato 28 giugno 2008

Perchè la Maratona...quella volta che iniziai a correre...


Quello dell' immagine? No, non è ne un Chip cardiosatellitare di ultima genarazione ne l'ultimo ritrovato Garmin in tema di GPS da polso e tantomeno l'ultimo nato di casa Polar per il controllo della frequenza cardiaca, che cos'è questo "cimelio"? se avete la curiosità e la pazienza di leggere qualche altra riga di questo racconto, lo capirete, assieme alla motivazione che mi ha spinto un tranquillo giorno di Marzo del 2005, in compagnia del mio immenso amico, nonchè testimone di nozze, nonchè collega di lavoro Matteo, ad imbarcarmi in quella fantastica e appassionante avventura della Maratona.
Entrambi venivamo da 4 disatrose ma divertentissime stagioni calcistiche tra le fila dell'Atletico San Matteo, formazione nata da un gruppo di temerari amici che si ritrovava al campo della chiesa il sabato pomeriggio a dare calci al pallone e che, quasi per scherzo, decise di iscriversi ad un campionato provinciale di CSI; tante sconfitte, pochi punti ma un gruppo affiatatissimo che in occasione delle cene sociali, sapeva estrapolare il meglio di se, ma questa, è un 'altra storia...
Dunque, la motivazione: Beh, da fedeli ascoltatori di Radio Deejay, ci capitava spesso il venerdì mattina alle 11:30 di incappare nei romanzeschi e intriganti racconti di Aldo Calandro Rock inerenti l'inebriante mondo della Maratona e degli Ironman, alla radio, decisero di preparare la maratona più famosa e probabilmente più bella del mondo, New York, noi, con il conto in banca prosciugato dai nostri rispettivi e imminenti matrimoni alle porte, decidemmo di raccogliere a nostro modo la sfida iscrivendoci alla bellissima Venice Marathon...
E' un tranquillo pomeriggio di Marzo, l'aria è frizzantina, sono appena tornato a casa dal lavoro e spedisco il seguente sms a Matteo: Uomo is this a good evening for begin our incredible Venice Marathon Adventure?
Mezzora dopo, ci trovavamo nel luogo che avrebbe fatto da punto di partenza per i futuri martedì e giovedì dei prossimi 6 mesi di allenamento: No, se pensate che sia un luogo affascinante tipo,Prato della Valle o il Parco del Pincio, siete fuori rotta, il luogo designato era il passaggio a livello di Cavazzale, ridente località dell' Hinterland Vicentino (HE HE HE HE), e con che cosa potevamo cronometrare le nostre uscite se non con il cronometro della foto? un vecchio orologio Fossil, senza cinturino (e che quindi mi tenevo in mano) con la possibilità di inserire dei count down ripetitivi, ottimo per i nostri prossimi allenamenti, peccato che il cinturino fosse introvabile... che scassato; Ricordo ancora l'abbigliamento delle prime settimane di allenamento: maglia e pantaloncini in tessuto, dopo un km nuotavo già nel sudore e che dire delle scarpe? Se Abebe Bikyla vinse la Maratona Olimpica di Roma 1960 scalzo, un bel paio di Reebock da 36 euro acquistate in saldo da Pittarello, per me sarebbero state come un paio di Asics su misura per Baldini.... in fondo, non avevo soldi da investire in questa "strampalata" impresa, i primi mesi dovevano servire di prova per capire se:
1 Avevamo la costanza
2 Eravamo all'altezza dell'impegno
3 Eravamo veramente convinti di portarla a termine.
Le risposte arrivarono strada facendo, la 3a sopra a tutte, non sapevamo se saremmo stati veramente in grado di arrivare di corsa fino in fondo ma di una cosa non ho mai avuto il benchè minimo dubbio: Se fossi stato in grado anche solo di camminare quel 23 ottobre, la mia personale sfida quel giorno, sarebbe finita o sotto la scritta Finish, o sotto la scritta Hospital, in troppi ci dicevano "Tse! 42 km...son proprio curioso di vedere se arrivate in fondo"
Noi avevamo il Tridente e chi sente Aldo sa cosa significa!
Qualche settimana dopo, scorgo tra gli scaffali di una libreria il libro di Jeff Galloway: Come allenarsi e tagliare il traguardo di una maratona, un libro ben scritto e pieno di consigli e tabelle per ogni obbiettivo, il nostro era arrivare a Riva dei sette Martiri senza farla diventare Riva degli otto o nove martiri, il metodo Galloway sembrava calzarci a pennelo: Gli intervalli al passo!
Dopo un mese di allenamento, volavamo (o almeno ci sembrava)...mai un mal di gambe, sempre motivati... ottimo! Il primo Km esatto, misurato e cronometrato lo percorremmo in 6 minuti secchi, che spettacolo... e che dire delle domeniche collinari sui monti di Monteviale a distruggerci e far gambe sugli impervi saliscendi di via Rampa? che ricordi che fatica... senza cardio, senza GPS, su e giù sempre a cannone in attesa del prossimo intervallo al passo, che corse, bastava aria nei polmoni, acqua nello stomaco, strada da calpestare sotto i nostri piedi e il mitico crono della foto... l'unica nostra preoccupazione era....il crono è già vecchiotto di suo, ci porterà fino a Venezia? o finiranno le pile prima?
Il 23 Ottobre 2005, il suddetto oggetto, tra le mie sudaticce mani, cronometrò fino al traguardo le inarrestabili gesta mie e di Matteo!
Da quell'indimenticabile giorno, siamo entrati a far parte di quel 1% di popolazione mondiale che può "vantarsi" di avere una medaglia da Finisher in una Maratona...
.... oggi non ci siamo ancora fermati....
Il riposo? Oggi no, andiamo a rincorrere i nostri sogni... c'è ancora molta strada da macinare per arrivarci anche solo vicino... continuiamo a correre, continuiamo a sognare...

Se volete sapere come andò quel fantastico 23 ottobre 2005 rileggetevi la storia cliccando qui Venice Marathon 2005.

giovedì 26 giugno 2008

Tra i Vigneti di Montecchio

Oggi altra giornata caldissima, alla partenza serale 35,9° ma più afoso di martedì, ho percorso i 14,5 km collinari che ho fatto anche giovedì scorso impiegando 22 minuti in più, questa sera guardavo il Gps solo per comunicare ai miei compagni di corsa il susseguirsi dei kilometri... eh si avete letto bene, compagni, perchè stasera sul dolce colle di montecchio con me che facevo da "Cicerone" a farmi compagnia c'era Matteo (il solito compagno di corsa da quando ho iniziato a correre) e Gianluca (non me l'aspettavo così alto!!!) più conosciuto da noi globetrotters con il nome di Gianluca New Runner, serata dedicata ai saliscendi con pause sulle sommità delle salite per sbevacciare un po....Gianluca aveva puntato il bar....ma era chiuso, Matteo si è ingurgitato un litro e mezzo di acqua sudandone almeno 3/4, personalmente anche se ho corso a ritmo minore, sono ugualmente soddisfatto dell'allenamento (a parte la nuova conoscenza di Gianluca e la sempre ottima compagnia di Matteo) ho potuto constatare che la mia Fc non è mai salita oltre i 166 battiti, facendomi portare a casa una media totale di 150 Bpm in perfetta soglia aerobica.
I Giudizi:
Bravo Matteo... il ragazzo continua a crescere, ottima l'ultima salita spinta fino in fondo, senza il peso della canottiera intrisissima, avrebbe chiuso anche meglio...domenica solito giretto in compagnia?
Gianluca...Che dire, si è presentato all'appuntamento con già 2 km sulla groppa e i 15 km di eterna salita di domenica sulle gambe, ha fatto tutte le salite, ha corso sempre e mollato mai, lo spirito è quello giusto! senza volerlo ha già la canotta della divisa ufficiale del Cialtron Club di cui io e Matteo siamo unici soci nonchè presidente e vicepresidente.... avremo bisogno di un Direttore sportivo che dici? possiamo contare su di te?

Cazzate a parte, Grazie della compagnia!

martedì 24 giugno 2008

Il riposo di Domenica e la borracia legata in vita, stasera hanno giocato un ruolo fondamentale, nell'allenamento basato su ripetute di: 1200, 1000, 800, 600, 400, 200, inframezzate da 200 mt di camminata, era un caldo cane, 35.8° alla partenza e bevevo a sorsate tra una ripetuta e l'altra!
Prima della partenza: mio compare, mia moglie, e la mia vicina di casa mi hanno fato la seguene domanda: Ma non andrai mica a correre con sto caldo no?.... io ho fatto spallucce, tra me e me ho pensato: con il fresco son capaci tutti!!!
Le ripetute le ho svolte rispettivamente al ritmo di 4:00, 3:57, 3:50, 3:50, 3:37, 3:26 ma il meglio come sempre l'ho dato in fondo.... il solito arrivo in semiprogressione a sensazione con gli ultimi 6 km a 4:29, 4.24, 4:26, 4:24, 4:20, 4:26, stasera non mi prendeva nessuno, sorpassavo anche le 70enni in bici.... le gambe, senza il lungo di Domenica giravano una meraviglia nonostante il caldo.
Certamente, senza la possibilità di dissetarmi non avrei mai fatto questi tempi, di sicuro sto attraversando un periodo di forma che non ha precedenti negli ultimi 3 anni, gli allenamenti danno i primi frutti, correre così, è si faticoso, ma anche molto appagante, scoprire di aver mangiato 2:25" sul tempo finale e 11 secondi di passo medio dallo stesso identico allenamento sul medesimo percorso svolto il 27 maggio ma con i 35° C di stasera....uf! per il mio obiettivo, sto correndo anche troppo... continuo a macinare km di qualità... finchè la condizione dura poi....se se ne va, la inseguirò di nuovo per riprenderla!
Totale: 14,43km in 1:07:25 passo medio 4:40/Km Fcmedia 165 12.8km/h

domenica 22 giugno 2008

Progressivo al mare...


Diciamo che l'idea era quella del titolo poi successe che....
Ore 20:30 scarico i bagagli dall'auto e mia moglie mi fa... e le scarpe da corsa???....5 secondi di silenzio 4 parolacce autoinflitte, un sms a Matteo che diceva più o meno così: "Premio Ebete 2008 ad Alvin che: Sfrutta il weekend al mare, per andare a farsi un bel progressivo di buona mattina, con il fresco ed il profumo della pineta... ma quando arriva si accorge di aver dimenticato le scarpe, morale della favola, non ho fatto na mazza a parte leggere stramazzato sotto l'ombrellone in spiaggia, qualche passeggiata sul bagnasciuga e BASTA!!! Mi ero ripromesso di fare una decina di km oggi pomeriggio in seguito all'anticipato ritorno a casa per assistere alla partita dell'Italia a casa di amici ma.... visti i 34° esterni, ho deciso per il riposo totale... che fa sempre un sacco bene!!!

venerdì 20 giugno 2008

Scollinando...


Oggi ho corso lo stesso percorso di giovedì scorso (non ci sono troppi orso???), 14km con 4 salitine lunghe 360m, 760m, 1130m, 680m, ho corso tutta la prova a sensazione ed ho abbassato il tempo di 1 minuto e 23" (360 metri lineari secondo il virtual partner del forerunner) rispetto alla settimana scorsa, anche se ho dovuto spendere in termini di fatica (complice anche il caldo) molto di più rispetto ad una settimana fa, la FC media è un perfetto indicatore, settimana scorsa 160 (max 176) oggi 168 (max 184) la media totale è stata 4:43/km contro i 4:50 dello scorso giovedì.Domenica una 20ina di km al mare tutti in progressione, un po di spiaggia e poi tutti in piedi sul divano per la moto GP!

giovedì 19 giugno 2008

Dubbi dubbi e intanto -100


100 Sono i giorni che mancano al mio prossimo impegno la Lake Garda Marathon, gli allenamenti vanno bene anzi benissimo, da circa 2 mesi sto seguendo le ripetute della tabella first, venendo da 2 anni di allenamenti fatti a caso, ho notato che le ripetute sono veramente importanti e danno una grossa mano al ritmo e alla frequenza cardiaca. In miglioramento anche un leggero fastidio nell'esterno dx della tibia sinistra, secondo il dottore è una ciste profonda che è infastidita da qualche fascia muscolare, io son dell'idea che sia solo un po di affaticamento e come è venuto se ne andrà, chi l'ha dura la vince!

Dubbi... sono legati al prosimo impegno dopo la LGM, scegliere la novità e la vicinanza della maratona dei 6 Comuni il 23 Novembre o la sicura bellezza e compagnia dei blogtrotters a Firenze il 30 novembre? mi ero quasi convinto della prima soluzione, poi pensandoci bene, visti i possibili programmi familiari futuri.... è meglio fare come diceva mia nonna: "El merlo bisogna ciaparlo quando che el passa se no non teo ciapi più!!" che tradotto significa: "Il merlo bisogna prenderlo quando passa altrimenti non lo si prende più" resta solo da convincere mia moglie e sperarare nel calendario della Reperibilità, poi per allenarsi bene 2 mesi in più...che problema c'è?

mercoledì 18 giugno 2008

Ancora Ripetute First

Questa è stata la velocità media dell'allenamento odierno... che corsa! 4 ripetute da 800m con 2min di corsa blanda tra le prove eseguite a questi ritmi: 3:53, 3:56, 3:45, 3:46 al km... mai corso così forte, sarà la settimana di ferie, o il fatto che correre al mattino a mente libera e freschi come rose, rende tutto più facile? Totale della seduta, 14,85 Km di cui: 4 Km di riscaldamento a 4:56, le suddette ripetute (altri 4,3 Km) e gli ultimi 7 Km finali come piace a me, senza guardare l'orologio ma ascoltando solamente le gambe con medie/Km di 4:35, 4:38, 4:28, 4:28, 4:26, 4:19, 4:23.

Tutta la seduta alla media di 4:33/km, 13,2 km/h e giovedì altri 13 Km di collinare un po più tranquillo.

domenica 15 giugno 2008

Medio "di costruzione"


Un cielo di un azzurro che non si vedeva da un sacco, questo è quello che ho visto appena ho aperto la finestra sul mondo stamattina alle 8:00, la temperatura esterna è frizzantina e segna 16,5°..... per un medio che chi mastica meglio di me di corsa chiama "costruttivo" cosa si può pretendere di più?

8:40 parto da casa, pantaloncini e canottiera ottimistica tanto la temp sicuramente aumenterà, percorro i 4,5 km che mi separano da casa di Matteo ad andatura blanda(si perchè oggi si è pappato 16 km anche lui...) respirando a pieni polmoni la fresca brezza del mattino, saluto il vecchio leone (Matteo) che mi viene in contro e non posso fare a meno di sottolineargli il fatto che non indossa la nuova divisa ufficiale (ufficiale per modo di dire il nostro "gruppo" sportivo è composto solo da noi due...) ma quella di due anni fa e mi dice "Sai è nuova.... a furia di lavarla non vorrei che si rovini... cazzarola, corriamo insieme na volta al mese.... fingiamoci organizzati e seri almeno quel giorno no? il tempo di settare il suo crono agli intervalli di 9 min di corsa e 1 di passeggio e via.... la strada di oggi è un percorso piatto che si snoda nella verde campagna tra Povolaro e Sandrigo, percorso tranquillo che a volte può deliziare l'occhio regalando la vista di qualche runner discreta.... non sotto il punto di vista cronometrico eh...he he...oggi purtroppo no....solo nonnini in bici... ci è andata male. Bene invecela nostra corsa, io puntavo ad andar tranquillo e chiuder in crescendo, Matteo invece ha coperto bene i suoi 16km alla media di 5:20 circa che considerando le pause di 1 min al passo ogni 9 e che l'ho fatto chiaccherare costantemente per i primi suoi 10 km, per l'obbiettivo è senza dubbio un bell'andare... il suo finale in crescendo con gli ultimi 3km a 4:55 è segnale che il ragazzo c'è, sta togliendo l'ultima polvere dell'inverno e sta preparando con ampio margine la prossima Venice Marathon.... come direbbe Davide... bravo Porseo!
Molto soddisfatto anche del mio finale con gli ultimi 4,5 km a 4:14, 4:22, 4:25, 4:20, 4:19.... bel finale finito giusto, sicuramente non avrei tenuto il suddetto ritmo per altri 5 km, nel grafico la FC non mente....totale 24,18km in 2:02:44 Alla media di: 5:05/km 11,8 km/h 149 fc.

giovedì 12 giugno 2008

Dolce collina...

Oggi sono tornato a correre dopo averle trascurate per settimane, sulle allenanti strade del monte di Montecchio Precalcino, in 13,8km sono asceso alla sommità 3 volte e mezza, la bellezza di queste strade sta nel fatto che tutte si incontrano nei pressi della ""vetta"" ma sono tutte diverse tra loro, da quella ripidissima (via Feo sul davanti del Monte) a quelle più soft come via S.Pietro oppure le belle via Roccolo e via Stivanelle cosicchè si può sempre decidere la difficoltà del percorso a seconda degli obbiettivi. Totale dell' uscita odierna 1:07:11 alla media di 4:50\km, di positivo c'è che non ho mai sforato in Zona 5 o meglio al di sopra dei 176 battiti\min, senza contare ormai l'abituale progressivo finale con gli ultimi 2 km percorsi a 4:27 e 4:21.L'unico neo, la discesa.... odiosa sempre!

martedì 10 giugno 2008

Scherzetti di allenamento...

Eh si, mia moglie mi ha fatto un bello scherzetto, questa sera doveva darmi assitenza tecnica in bici (passarmi la borracia) durante l'allenamento che consisteva nel compiere 4-5 volte le salite che portano alla sommità del monte dietro casa (Quota 130m) fatto sta che, dopo 200m della prima salita, mi son voltato e non l'ho più vista alchè, son tornato sui miei passi e l'ho ritrovata 100m più giù con la bici per mano che esclamava: "Ma tu sei matto? vuoi uccidermi?" .(sapete com'è prender su la bici dopo anni di inattività e lanciarsi su per un monte può diventare problematico) e così le temute ripetute che avrei avuto in programma di fare giovedì, le ho fatte stasera: 3 ripetute da 1600m corse rispettivamente a 4:02, 3:58, 4:00\km con recupero di 400m di corsa blanda tra le prove, il totale: 11 km poco più corsi alla media di 4:41, a parte la prima sudatissima, le altre due le ho corse abbastanza tranquillamente, giovedì si torna in salita!

domenica 8 giugno 2008

22 km a ritmo gara


Oggi ho percorso due volte un circuito di 11km attorno al colle di Montecchio, a differenza della settimana scorsa al mare, ho faticato di più, sarà stato il caldo, il fatto che sono andato a letto all'1e30, il sambuca, mah, sono arrivato al termine bello stanco, i due picchi nel grafico segnalano l'11°e 16° km in cui mi son fermato a bere per qualche secondo, per il resto ho tenuto una media tra 4:35 e 4:47 per la maggior parte del percorso poi, il solito finale (7km) in progressione che piace a me da 4:39 a 4:26 con leggero allungo finale a 4:15, totale 22,14 km in 1:44:14 alla media di 4:42\km con Fc media di 162... ho già rimandato le ripetute del martedì a giovedì...

Complimenti ai Blogtrotters di Jesolo

Complimenti a tutti, adesso aspettiamo le foto dal Blogpoint però!
Complimenti a Gianluca Rigon che all'esordio in maratona si è portato a casa un bel 4:34:17, adesso attendo fiducioso un bel post in merito.
Per Andrea Rigo non ci son più parole, ad una settimana dall'esordio al passatore con un fantastico 6° posto che gli è valsa la convocazione in Nazionale, sembrava fino a qualche giorno prima che dovessi limitarsi ad una mezza...... è arrivato 3° assoluto sui 42km.... se continua così gli intitoleranno la via che porta alla pista di atletica a Thiene!!!!!
Un Bravo agli altri due, in primis a Franca Tosi che con il suo aggiornatissimo e variopinto Blog si è portata a casa un'altra medaglia sulla lunga distanza in 4:21:00 (adesso andrà a riposarsi in Madagascar!!! beata lei!) e Turelli Alberto che l'ha conclusa in 4:05:07.
Complimenti anche a chi a dato tutto nella mezza, bravissimi tutti a tenere alto il nome dei blogtrotters in giro per l'italia...
Giampy a quando un adesivo da appiccicarsi al petto o sulla schiena in occasione delle gare???

giovedì 5 giugno 2008

Maratona dei 6 Comuni

Più di quanto scritto nel sopracitato volantino, già pubblicato anche nel blog di Gianluca, di questa Maratona non si sa altro, da appassionato runner e da Vicentino, sono molto felice di poter correre una Maratona sulle strade di casa, mi fa strano che a sei mesi dal via non se ne sa praticamente nulla: Orario della partenza, quota di iscrizione, una cartina del percorso... niente! Ho provato a fare una ricerca su google... nada!, ho inviato una mail ad uno dei due indirizzi indicati qui sopra.... attendo fiducioso, se qualcuno intanto ha qualche soffiata in merito altrimenti opto per Firenze una settimana prima.

mercoledì 4 giugno 2008

Le ripetute di oggi:



Oggi giornata di ripetute: 5 da un km, alternate a 400m a ritmo blando!

Questo il risultato totale:km13,190 in 59:23 media 4:30/km

2.8 km riscaldamento a 4:51, ripetute: 3:54, 3:58, 3:54, 3:58, 3:56alternate a 400 metri a 5:30 circa,gli utimi 3 km e qualcosa finali rispettivamente a 4:45, 4:32, 4:29, 4:21.

Considerazioni finali? Mai corso alla media di 4:30 per un'ora di fila... non è un tempone ma per uno che ha 3:32 di personale in Maratona son belle soddisfazioni...

lunedì 2 giugno 2008

21 kmal mare...



Ieri, complice il week-end al mare, ho deciso di "testare" gli allenamenti fatti finora con una mezza, Forerunner e via, 21km170m, percorsi in 1:40:08 alla media di 4:44\km, prima della partenza ho mangiato una banana e sbevacciato un po d'acqua, dopo 5 km alla media dei 4:48 ho pensato che forse non era il giorno migliore per una prova simile, le gambe erano a posto ma mi sentivo veramente vuoto dentro...va beh, andrà come andrà mi son detto, i km 7-8-9 sono sembrati infiniti poi per fortuna la crisi è passata e mi sono incanalato al giusto passo 4:44, 4:42, 4:40,4:41, il 15° mi sono un po incasinato con la strada e complici due inversioni di marcia l'ho chiuso a 4:51, gli ultimi 6 sono stati divini, in crescendo fino alla fine 4:39, 4:41, 4:37, 4:35, 4:30, 4:30, e gli ultimi 170m a 4:12, alla fine sono stato soddisfatto, speravo di finire in meno di 1 ora e 40 ma mi accontento così, felice per il finale in crescendo e molto soddisfato per non aver terminato stanco ed affaticato.
MEMENTO AUDERE SEMPER... RICORDA DI OSARE SEMPRE

Altri Post

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs

RESPONSABILITA'

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.