Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.(CIT) Eleanoor Roosvelt...

...E i miei sono fottutamente belli (CIT) Paolo Scotti

venerdì 6 aprile 2007

Treviso Marathon 2007

Che dire.....Il risultato 3:49:13 è stato per me un gran tempo....sono felicissimo!
Ma partiamo dal giorno prima.....o meglio 3 settimane prima
28 Febbraio 07
Oggi è un giornatone importante, mi aspetta il lunghissimo premaratona.....36,5Km con intervalli al passo 10-1 chiudo con un tempo buonissimo 3:07 sono molto soddisfatto anche se li chiudo molto stanco e quando arrivo a casa sento le ginocchia che mi esplodono.... un male boia.
The month before:
Il ginocchio sinistro mi fa male e quando faccio le scale in discesa vedo le stelline come i cartoni animati!
La decisione è presa 2 settimane di stop mi faranno bene......
11 Marzo 07
Penso ad Aldo Rock quando dice....se le gambe ti fanno male non è un problema tuo, è un problema loro.. .corri Uomo!!! ed io parto per fare una mezza che finirà dopo 11 km a 5' 00 al km..... quel cavolo di ginocchio mi fa malissimo, mi fermo.
18 Marzo 07
Una settimana di assoluto riposo e il ginocchio non mi da più fastidio.... manca una settimana al grande giorno e decido di tornare a correre un'ultima sgambatina, 11 KM con stop ogni 5km, una passeggiata a 4:50 mi sento bene e il ginocchio sembra stare buono, son quasi ottimista.

24 Marzo 07 The day before
Ore 15 si parte in camper con mamma papà e mogliettina...(A treviso avrò anche i tifosi...) exposport per il ritiro dei pettorali e del pacco gara, camminatona (un po troppo ber la vigilia di una maratona) per il bel centro di Treviso, cenetta tranquilla, si spostano le lancette degli orologi e alle 22:30 si va a nanna.
Ore 3:00 mi sveglio, piove molto e decido di anticipare la sveglia alle 6:00
Ore 6:00 Vestizione: Maglietta 25' Venice Marathon... quella che mi ha accompagnato in tutti i lunghi, braccialetto con tutti i tempi al Km autocalcolato con l'arrivo ai 42 previsto per 3:47:30 ecc: Pasta party, mi respiro i soliti 200g di pasta con olio e parmigiano con la storica frase di mia mamma: "Ma corito lo stesso anca se piove"?
Saluto tutti e salgo sul pullman diretto a Vittorio Veneto.... arrivo la e non piove più, parlando durante il tragitto con uno che corre per le 3:22 mi rendo conto che il mio allenamento è proprio da Cialtrone ma per me funziona.... l'importante è arrivare.... magari un minuto prima della precedente... o solamente arrivare!
Ore 8:00
Mi sono cambiato e sono prontissimo, l'ultimo SMS prima della consegna sacche è per il mio quasi ex compagno di corsa Matteo e dice: Uomo affilo il tridente....correrò anche per te... (lui sa cosa intendo).
Ore 8:30
Ho fatto il solco tra la consegna sacche e la partenza tra gente che si cambia in mezzo alla strada e altri che si filmano per ITALIA..........UNO....che matti sti maratoneti.
Ore 9:00
C'è gente che si scalda come prima della finale Italia Francia... i soliti professionisti... così decido di smuovermi un po anch'io anche perchè ci son 7° e a star fermi fa freschetto.... accenno così una leggerissima corsetta e dopo 300 metri ho lo strano presentimento che il ginocchio sinistro oggi è un po strano e ho paura che voglia tenermi compagnia per il resto della gara.... interrompo subito il riscaldamento e decido di tener tutto per dopo...si sa mai...
Ore 9:30
Siamo ormai tutti sulle gabbie di partenza..... sono gasatissimo!!!
Ore 9:45
Si parte, i primi 5 km sono in leggera ma costante discesa ed andare a 5:20 è quasi difficile... il pubblico e la discesa ti fanno aumentare il ritmo, ma avendo 2 maratone alle spalle so che è meglio andar piano all'inizio...
Arrivo ai 10 Km ed ho quasi 2 min di vantaggio sulla mia tabellina di marcia, corro sempre e mi fermo solo ai ristori per mangiare.... Arrivo alla mezza stanco il giusto ed in anticipo di quasi un minuto, ormai c'ho fatto l'occhio e capisco l'andatura giusta guardando chi mi sta attorno... ho i miei punti di riferimento.
Arrivo ai 25 con un minuto di vantaggio, mangio molto: uvetta, una zolletta di zucchero, l'immancabile fettina d'arancia, un bicchiere di gatorade e un bicchier d'acqua, mi rilasso un po troppo e arrivo al 26° in 6'e30"..... mi rimetto in riga e arrivo ai 30 con tranquillità al mio ritmo 5:25-5:30
Al cartello 30KM mi dico..... "Benvenuto alla 4a Treviso Marathon.... e mo so cazzi!" La freschezza dei primi km nelle gambe è un lontanissimo ricordo, la stanchezza si fa sentire, passo i 31, i 32, i 33, i 34.... son sempre più stanco, ai 35 mi mangio la Barretta energetica che ho dietro.....(poche cose hanno un gusto poetico e fantastico come una barretta dopo 35km) arrivo al ristoro... gatorade arancia, uvetta acqua e via.... d'ora in poi decido di fermarmi all'inizio di ogni km per 30sec...così facendo riesco a correre a 5:30 al km anche se ogni km è lungo come 5 della partenza e corro sempre cercando di intravedere davanti il prossimo cartello che indica il km, mi sento relativamente bene (per aver fatto 35 km) arrivo al 38° km sotto la pioggia e sorpassando un 42enne alla prima maratona non posso che incoraggiarlo e fargli i complimenti per il risultato che l'aspetta... ho un'altro passo rispetto a tutti e quei 30 sec di pausa ad ogni Km mi danno un discreto slancio e riesco a spingere ancora un po, arrivano i 39, sono stanchissimo, non so più se mi fanno più male le gambe se mi fermo per i 30 sec e ripartire od è meglio continuare a correre, tiro fuori l'Aldo rock che c'è in me e prendo la drastica decisione..... UOMO ormai è fatta... corri fino alla fine! Sono convintissimo e il pensiero di farcela in meno di 4 ore mi da spinta e così si entra a Treviso, si trovano i 40 e si va avanti..... non ho nemmeno la forza di dire mi fermo.... sono stanchissimo, corro e continuo a sorpassare gente più cotta di me, guardo per terra e penso solo a tirar fuori tutto... ormai è fatta, arrivo dopo un interminabile Km ai 41, ne manca solo uno, e so che troverò Roberta e i miei che mi incoraggeranno.... ma sono stanchissimo, corro per arrivare, per finire la sofferenza il prima possibile e punto a non farmi sorpassare da nessuno... ai 42 scarsi finalmente trovo i miei tifosi, sono talmente stanco che vedo solo mio Papà e gli dico "So cotto, so distrutto" e lui che mi dice...."ma dai che ti si rivà"!... mia mamma la sento solamente dire "dai Alvin dai!", mentre mia moglie come succede solo nei film salta la staccionata e mi si mette a correre di fianco incitandomi come una pazza.... corre con me per trecento metri con io che le dico "si si non preoccuparti ce la faccio, son stanchissimo" e lei che mi ripete "Dai corri dai che sei arrivato corrii corri corri corri.....la mia Alda Rock" la gente la guarda e si dice "questa è pazza" io la invito ad uscire dal percorso gara promettendole un ultimo scatto finale ma lei niente "VAI, Vai che sei arrivato corri" si amore ma adesso esci dai che faccio l'ultimo scatto finale.... la vedo stanca, non è in formissima! mi saluta, guardo avanti vedo il il traguardo a 192 metri davanti a me e non capisco più niente, ho un'esplosione di adrenalina nel sangue che mi fa sentire una susta(vocabolo dialettale veneto che sta ad indicare una molla), scatto, corro sempre più forte ne sorpasso 2, 5 ,7 ,10 arrivo al traguardo ai mille allora e scoppio di gioia 3:50:59 official time, 3:49:13 Real time.... Consegno il Chip e mi faccio mettere al collo la meritatissima medaglia 1h e 40 dopo il vincitore, ma oggi a Treviso HO VINTO ANCH'IO!
MEMENTO AUDERE SEMPER... RICORDA DI OSARE SEMPRE

Altri Post

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs

RESPONSABILITA'

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.